Diete ed esercizi per star bene con sè stessi.

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

La più importante rivista tedesca banna le modelle

E-mail

La rivista più veduta in Germania, Brigitte, non vuole più avere modelle professioniste tra le sue pagine.

Qusta sconcertante notizia ci arriva dal redattore capo che, stufo di ossa sporgenti e modelle rifatte con Photoshop, apre le sue pagine alle donne di tutti i giorni e perchè no, proprio alle sue lettrici.

"Saranno le donne della vita reale, non importa se grasse, magra, normopeso" - afferma il redattore capo della rivista, Andreas Lebert- " voglio brigittepersone con personalità, che portino la loro vita sulle nostra rivista, in quanto vogliamo dare spazio alla vita vera"

Così la rivista annuncia che dal 2010, le modelle professionali andranno in pensione e si cercerà solo donne normali da mettere sulle pagine della rivista. Infatti la redazione della rivista si è resa conto che grazie ai continui ritocchi con Photoshop spesso queste ragazze di copertina già bellissime non si riconoscono neppure loro e la loro immagine falsa ed eterea può creare problemi alle lettrici della rivista.

"Non vogliamo più ossa sporgenti"- continua il redattore capo-" il peso delle modelle professioniste è 23% rispetto al loro peso forma e la continua industra della moda è anoressica. Vogliamo dare un taglio a questa situazione".

Brigitte è una delle riviste femminili molto famose in Germania e offre alle lettrici argomenti di dieta, fitness, style di vita sano, in contrasto con la presenza di modelle semianoressiche sulle pagine.

La critica accusa però al rivista di volersi costruire in questo modo una strategia per aumentare le vendite, ma Lebert afferma che le donne normali che compariranno sulle pagine del giornale verranno pagate come lo sono le modelle professioniste.

Questo per avvalorare il fatto che le finte ragazze di copertina non piacciono più.

 

 

Accesso al Sito


Annunci

Sondaggio del giorno

Parliamo di corsa..
 

Chi c'è online

 55 visitatori online